Chi siamo

La nostra Scuola di Vela ha percorso 30 anni intensi, pieni di avventure, di cambiamenti, di sviluppo sia sul piano delle quantità e sia su quello delle qualità.

All’inizio abbiamo copiato dalle altre scuole di vela in Italia e poi in Europa con l’ISSA. Dal 1995 abbiamo spostato la nostra attenzione sui più piccoli prima e sui più fragili poi. Ma durante il “viaggio” questa attenzione iniziale si è allargata all’ascolto dei loro problemi, alla loro “persona”, alla “relazione”.  In buona sostanza il piano educativo velico è ben presto diventato un luogo dell’educare e della costruzione collettiva dei saperi e delle relazioni, piuttosto che la semplice trasmissione di dati tecnici riguardanti il navigare a vela in sicurezza.

Tutto questo, maturato in diversi anni e vissuto con molto affetto e sensibilità, ha generato un clima particolare, benefico, estremamente contagioso che è quello che noi chiamiamo “sentirsi a casa”. I Greci lo chiamavano “OIKOS”.

E’ il clima che si respira nella scuola, nella foresteria mentre ci si riposa oppure sulle barche al largo: quando le mani stringono le scotte e si urlano i comandi per vincere il rumore amico del vento.

Forse è proprio per questo che una larga parte dei giovani allievi tornano, anche per molti anni. Ed è per questo che da molto tempo non abbiamo più bisogno di Istruttori esterni: i nostri allievi che lo desiderano e che si sono fatti con noi una certa esperienza, fanno formazione ogni anno e ricoprono tutti i ruoli della didattica della scuola, dal Capo base all’aiuto istruttore. Ognuno nella mansione che gli compete per età, capacità e disponibilità.

Dal 2008 abbiamo varato un nuovo percorso per i più grandi (13 -18 anni) che si chiama: “Gioventù salata”. Un percorso con l’altura, con la navigazione di qualche giorno, dormendo in barca, affrontando la quotidianità dello stare assieme in spazi ristretti e naturalmente con l’imprevedibilità del mare. E’ per il momento un navigare in autunno e in primavera, con i porti che riacquistano la loro bellezza naturale, i loro silenzi di sempre e i loro rumori di sempre. Posso dire che i ragazzi amano molto queste “avventure” che sono anche momenti di confronto, di incontro e di benessere.

Ultimo, ma non ultimo, Handy Cup. Questa Onlus nata dalla nostra Scuola, è cresciuta su una bellissima manifestazione velica che nel tempo ha ricevuto l’affetto delle più importanti Istituzioni Nazionali e Internazionali a partire dal Quirinale e dal Parlamento Europeo. La nostra Scuola è stata il supporto logistico principale di Handy Cup, ed ora possiamo dire con gioia che i nostri corsi sono completamente integrati alle diverse abilità, nei casi di problematiche adolescenziali e di svantaggio sociale.

Nel futuro forse non ci sarà neppure più bisogno di chiamarla “scuola di vela”, ma semplicemente un luogo dell’educare dove ognuno incontra il “suo mare” e la voglia di crescere e di condividere con gli altri le proprie storie e la curiosità e il desiderio di andare oltre l’orizzonte.

AddThis Social Bookmark Button
Joomla templates by a4joomla